Stampa

Enrico Intra - Improvvisazione Altra?

Scritto da Redazione on . Postato in Libri

«Un metodo facile per un percorso difficile». Con questo motto Enrico Intra propone l’apprendimento di un modo diverso di improvvisare nel quale, sin dal titolo interrogativo, invita lo studente di musica a una riflessione sulla natura della creazione estemporanea.

Preceduto da una serie di saggi di ben noti musicisti e studiosi e da una serie di riflessioni dell’autore, il volume affronta nuove linee per l’improvvisazione, non solo jazzistica, che differiscono da quelle abitualmente in uso, fondate principalmente sull’armonia e sui giri delle canzoni americane, lavorando invece su spunti ritmici e tematici, sul suono inteso come elemento centrale nell’invenzione musicale istantanea.
Il libro è completato da un CD che riproduce gli esempi stampati e permette l’esecuzione degli stessi su più strumenti.
“Questo volume – spiega Intra nella sua Introduzione – vuole semplicemente indicare altre possibilità per inventare musica partendo dalla mia esperienza di artista ed evita il classico, e ormai storicizzato, sistema basato sulla costruzione di frasi sopra una sequenza armonica, che risale alla fine degli Anni Venti”. 

"Enrico Intra presenta la pubblicazione di un volume dal titolo ‘Improvvisazione Altra?’ (Rugginenti Editore), frutto di un anno di corso di “improvvisazione estemporanea collettiva” tenuto ai Civici Corsi di Jazz di Milano, di cui Intra è anche direttore. Il libro presenta un metodo, raccoglie saggi sull’improvvisazione firmati da autorevoli studiosi e compositori italiani (da Luigi Pestazzola a Vincenzo Caporaletti, da Giacomo Manzoni a Giovanni Damiani, Alessandro Melchiorre a Andrea Melis), insieme a un gran numero di esempi servono a familiarizzare con pratiche improvvisative contemporanee non più fondata sull’armonia, ma sul suono, il ritmo, l’interplay, le dinamiche, l’elaborazione tematica. Una prassi con la quale si portano ne jazz trasformandole, le intuizioni degli autori del secondo novecento e della scuola viennese, filtrate dal senso del blues e dello swing che caratterizza in dai primi esordi, avvenuti negli anni cinquanta, il mondo dell’artista milanese.
La storia musicale di Enrico Intra è legata alla costante ricerca di originali mezzi espressivi e, come è avvenuto per altri protagonisti del jazz, guarda al passato per capire e forgiare il presente."  (Fonte friends4arts.com)

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna